Territorio 2018-02-05T12:16:00+00:00

Territorio

Il richiamo della terra, un ritorno alle origini, verso la nostra Muntagna, l’Etna, in cerca di emozioni forti, all’interno di un cratere spento, in una contrada chiamata “Feudo di mezzo” nel versante nord del Vulcano.

Ma perché l’Etna? perché la Montagna?

L’Etna è Sicilia ma è un territorio unico, che dà tipicità ad ogni prodotto della sua terra. Che rimane unico, non riproducibile in qualunque altro luogo della stessa Sicilia ed, in particolare, unici ed irripetibili son i vitigni che da secoli vi si coltivano. “A Muntagna” caratterizza e marchia a fuoco il vitigno ed il vino che da essa si genera.

Il nostro vigneto è situato all’interno di un antichissimo cratere spento, dove le viti autoctone di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, vengono allevate ad alberello, sostenute con il tradizionale palo in castagno. La parte antica del vigneto è costituita da ceppi che hanno un’età media di 80 anni. Abbiamo voluto abbracciare la filosofia portata avanti in questo territorio dell’antica tradizione contadina, l’alberello, la coltivazione manuale, il rispetto del territorio dell’Etna, i muretti a secco e le rasole in pietra lavica.

Il terreno sabbioso-vulcanico, le escursioni termiche tipiche dei 700 ml sul livello del mare, un territorio montano ma in Sicilia, la bassa resa per ettaro (6000-7000 Kg.) data dalla potatura e dalla coltivazione ad alberello, la vendemmia che viene effettuata per raccolta manuale non prima della seconda decade di ottobre ed, infine, la maturazione in piccole botti di rovere per 12 mesi. Cosa ne viene fuori è facile comprendere: un vino ricco di essenze e di aromi, note minerali, all’odore si percepisce etereo, con sentori di frutta, matura, spezie, sfumature di tabacco e vaniglia; al sapore è secco, pieno, tannico, armonico e persistente al gusto.
Ideale per carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati.